Indicatore percorso 2

Percorso 2 | il '400 e '500

il '400 e '500

Il Novarese fu interessato dalle campagne di conquista dei re francesi dal 1495 al 1526, linché l’ingresso degli spagnoli di Carlo V non determinò un nuovo equilibrio. Nel 1535 l’imperatore assegnò la città in feudo ai Farnese, ma di fatto la mantenne sotto il controllo spagnolo. L’intenzione di trasformarla in piazzaforte comportò la distruzione dei sobborghi e degli insediamenti religiosi presso le vecchie mura. il rinnovamento della città, entrata nei possedimenti di Milano già con la signoria dei Visconti e poi degli Sforza, è leggibile nella piazza delle Erbe e nei fronti delle antiche Casa della Porta e Casa Rognoni. Anche il Castello evidenzia una fase edilizia di epoca sforzesca, in linea con la riqualificazione residenziale delle strutture fortificate avvenuta in altre località del ducato milanese. Fuori dalla cerchia dei bastioni le chiese di San Nazzaro e di San Martino (già abbazia di Santa Maria delle Grazie) testimoniano l’appartenenza alla cultura dell‘umanesimo lombardo.

  • 19

    SAN NAZZARO DELLA COSTA
    colle della Vittoria

  • 11

    DUOMO E PALAZZO VESCOVILE
    piazza della Repubblica già piazza del Duomo

  • CASA ROGNONI SALVANESCHI
    via Amico Canobio

  • PALAZZO MEDICI
    via Amico Canobio META

  • 14

    CASA DELLA PORTA

  • PIAZZA DELLE ERBE E CASA CANOBIO

  • 16

    PIAZZA DEL DUOMO
    piazza della Repubblica già piazza del Duomo

  • BASILICA DI SAN GAUDENZIO
    via San Gaudenzio

  • SANTA MARIA DELLE GRAZIE

  • COMPLESSO MONUMENTALE DEL BROLETTO
    via Fratelli Rosselli